X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

Angela Barra

Dalla ginnastica al linguaggio del corpo in un percorso a spirale

A 5 anni sono entrata  nel mondo della ginnastica artistica acrobatica, a Napoli,  con un’insegnante argentina che a quel tempo ha dato una svolta alla preparazione atletica agonistica, utilizzando come metodologia quella  che oggi viene chiamata “allenamento funzionale”.
A 10 anni ho aggiunto la danza jazz e afro tribal che mi ha permesso di entrare nel mondo degli spettacoli teatrali. L’amore per “il linguaggio del corpo”, così si chiamava questo insieme di ginnastica e danza, cresceva sempre più. La voglia di esprimere con corpo e mente quello che avevo dentro prendeva sempre più piede e gli spettacoli erano sempre più frequenti.
All’età’ di 16 anni ho avuto il ruolo di assistente di ginnastica e danza per  un gruppo di ragazzine. E’ scattata in me la voglia di cominciare a pensare a un percorso formativo che mi permettesse di allenare le persone. Ho conseguito con ottimi risultati il diploma di primo livello di aerobica con la F.I.A.
Dall’anno successivo ho conseguito il diploma di secondo livello. In contemporaneo portavo avanti “Il linguaggio del corpo”. Ho continuato la formazione con il diploma di step di primo e secondo livello, afro tribal, yogafit, pilates, spinning.
Nel 1996 mi sono trasferita a Viterbo. La difficoltà logistica di continuare con “Il linguaggio del corpo”, mi metteva davanti alla scelta di lasciare gli spettacoli. Dopo è diventato un obbligo, per cui ho deciso di aprire un mio corso in una palestra di Viterbo. Ho realizzato dei musical e partecipato a vari spettacoli su Viterbo e provincia.
Nel 2004 scopro una nuova attività di fitness, Zumba, ideata da  Beto Perez. Ho frequento il corso di formazione, per il cui accesso erano necessari prerequisiti relativi al fitness. Eravamo 10 in Italia, io l’unica su Viterbo e Alto Lazio. L’ho introdotta nella palestra in cui lavoravo ed ha avuto grande successo. Per anni dunque ho portato avanti corsi di fitness, tra continui stages e corsi formativi, finché dagli stessi corsi ho cominciato a non trovare più stimolo, tornavo a casa con un pizzico di amaro in bocca e ripensavo alla preparazione atletica cui ero stata sottoposta dalla mia cara insegnante argentina.
Dopo continue ricerche su qualcosa in cui credere e che mi potesse di nuovo stimolare, ho fermato l’attenzione su un attrezzo antichissimo, il Kettlebell. Ho subito preso contatto con la federazione WTA, master Emilio Troiano e ho frequentato il suo primo corso di formazione. Da lì la svolta. Questo è il mondo che mi appartiene oggi.
Nel 2006 ho conseguito i diplomi di Kettlebell, Flying, Cross Training. Ho inserito questi corsi nella palestra in cui insegnavo con un grande seguito di iscritti.
Nel 2009 ho conosciuto Stefano Cima, attuale compagno sia nel lavoro che nella vita e abbiamo conseguito insieme i diplomi di Barbell, Primitive Functional Movement e CrossFit: attività che mettono in moto tutte le qualità allenabili di un corpo e non solo. Esse richiedono concentrazione e attenzione, per cui mettono in contatto mente e corpo.
Nel 2014 abbiamo deciso di aprire un centro tutto nostro, chiamandolo FLYRON, l'unione di due parole solo apparentemente opposte, dove FLY sta per leggerezza, flessibilità, mobilità, equilibrio e IRON per forza, esplosività, resilenza, potenza, un centro in cui insegnare attività in cui crediamo veramente.
Il cerchio sembrava chiuso, quando 4 anni fa mi sono cimentata nella Pole Dance, attività funzionale che oggi rappresenta per me tornare a “il linguaggio del corpo“ da cui sono partita, quell’insieme di ginnastica e danza che crea equilibrio psico-fisico. Nulla succede per caso.
Ad oggi la mia palestra, è l’unica che offre un corso di pole dance che utilizza il metodo Polexgym, studiato e ideato da Orietta Tamantini, riconosciuto dal C.O.N.I. attualmente sono istruttrice riconosciuta.
Il futuro non lo so, ma il mio pensiero è aggiungere altre attività funzionali aeree: cerchi, tessuti e trapezi, che, come spirali, tracceranno un sentiero ascendente e non più circolare.

 

CORSI: FLYNG - CROSSFIT - KETTLEBELL - PRIMITIVE FUNCIONAL - POLE DANCE

Non c'è un meglio o un peggio.
C'è la persona con la sua individualità

Top